Che cosa si intende per tracciabilità di un prodotto agroalimentare?

 

Quando si parla di tracciabilità spesso ci si trova di fronte ad una grandissima differenza tra quello che un utente/consumatore si aspetterebbe e quello che effettivamente viene offerto come servizio. Lo stesso vale per chi, nelle filiere complesse, si trova a trasformare materie prime in altri prodotti o si occupa della loro distribuzione. Vorresti essere sempre certo che il lavoro altrui fosse svolto secondo le regole?

 

Ecco come possiamo aiutarti a migliorare l'efficienza e l'efficacia dei tuoi processi di
marketing, logistica e produzione

 
 Le aspettative per un marketing di prodotto che includa servizi di tracciabilità

L'Aspettativa

Come consumatore ti aspetti che al momento della decisione d'acquisto, tu possa conoscere la provenienza delle materie prime dei prodotti che stai consumando, le lavorazioni alle quali sono sottoposte e l'eventuale rispetto di determinati standard qualitativi.

Quest'aspettativa può riguardare anche un attore di filiera; nelle catene di fornitura come quelle basate sulle merci indifferenziate come si fa a stabilire con certezza provenienza, lavorazione e relativi processi?

Ci si aspetta di avere la garanzia di merci e beni su cui sono stati effettuati controlli, beni che assicurino il principio base della genuinità (alla base dei regolamenti di produzione nazionali e internazionali). Ci si aspetta un controllo capillare da parte di enti terzi o quantomeno l'onestà di tutti gli attori coinvolti nelle fasi di produzione, trasformazione e distribuzione.

Ci si aspetta la fruizione di un servizio di tracciabilità pronto all'uso, di facile accessibilità e chiaro nelle informazioni.

 

 
 la realtà della filiera agroalimentare non tracciata attraverso la blockchain

La Realtà

Che cosa significa tracciare e offrire un servizio di traccibilità efficace e pronto all'uso?

Negli anni le frodi commerciali e sanitarie hanno provocato scandali su scala nazionale e internazionale. La fiducia dei consumatori e delle aziende stesse ne ha risentito. Uova al FipronilMucca pazza, metanolo, latte contaminato sono solo alcuni dei casi che hanno decretato il fallimento di alcuni modelli di controllo e tracciabilità.

Tuttavia, altri modelli di tracciabilità teoricamente sarebbero in grado di fornire agli utenti finali e agli attori della filiera informazioni dettagliate su materie prime, lavorazioni e relativi processi, logisitica e distribuzione.

Ma dove si hanno lacune tecnologiche, mancanza di collaborazione e vera propria ignoranza sulle potenzialità delle automazioni digitali (su tutte la Blockchain e le metodologie correlate), i modelli già esistenti rischiano di rimanere teoria e di perdere tutta l'essenziale rilevanza pratica.