Marketing locale per un'azienda agricola: 3 attività per amplificare il valore del tuo lavoro sul web

 marketing locale e territoriale per aziende vitivinicole, lattiero-casearie, olivoleiche
Internet è nato per trasmettere informazioni, per creare relazioni e veri e propri nodi informatici tra dispositivi interconnessi e persone. Ciò avviene a qualsiasi livello, internazionale, nazionale, regionale, provinciale e locale.

Partendo da questo assunto e applicandolo al settore Food & Wine, è plausibile affermare che un prodotto agroalimentare, tecnicamente definito Look and Feel, ossia un prodotto complesso e di cui è necessaria una valutazione dal vivo, sia adatto sul web?

Sì, è estremamente adatto.

Come facciamo a dirlo? Beh vista la natura di internet (relazionale ed informativa), abbiamo quasi illimitate possibilità di conoscere nel dettaglio il vino, l’olio, il caffè o il formaggio che voglio acquistare. Questo a sua volta è dovuto al fatto che abbiamo a disposizione - spesso gratuitamente - innumerevoli mezzi e modalità per descrivere e comunicare un prodotto enogastronomico, la realtà imprenditoriale che l’ha realizzazto e il territorio che lo ospita e lo influenza.

Quel che ancora non è chiaro invece, è che con tutti gli strumenti utilizzati “semplicemente” per comunicare, si può supportare efficacemente i processi di vendita dell’azienda, anche a livello locale. Come?

Creando un percorso tracciato dove il nostro potenziale cliente svolge delle azioni che vengono costantemente tracciate e dalle quali si ricavano dati necessari alla pianificazione delle tattiche e strategie successive. In gergo, creando un Funnel.

 Il funnel di marketing: un percorso tracciato per interagire coi tuoi potenziali clienti

Ma, tornando nuovamente al discorso sulla natura informativa di Internet, pensiamo sia doveroso precisare che vista la mancanza di dimestichezza con gli strumenti e le strategie del marketing digitale da parte degli imprenditori dell’agroalimentare italiano, il valore di un qualsiasi oggetto è percepibile, quasi esclusivamente, attraverso il contatto fisico.


Per tutti gli imprenditori dell'agroalimentare: Cos'è il marketing? Qual è stata la sua evoluzione negli ultimi 30 anni? La risposta in 1041 parole.


E nel settore Food & Wine, è proprio a causa della la sfera fisica legata alla degustazione sensoriale di un prodotto che ancora molte aziende e privati non si fidano degli acquisti online e di tutti gli strumenti annessi e connessi.

Nonostante i trend di crescita, secondo le statistiche dell'Ufficio Statistico dell'Unione Europea (Eurostat) solo il 29% degli italiani ha fatto acquisti regolari su internet: il valore dei prodotti è ancora percepito non solo nel prodotto stesso ma in tutto il processo di maturazione della scelta d'acquisto, legata al contatto fisico.

Per un’impresa vitivinicola, un’impresa casearia oppure per un frantoio e per tutte le imprese che operano nel settore Food, il digitale non dovrebbe essere altro che un’opportunità per generare ed amplificare il valore dei prodotti e del tuo lavoro.

Anche per i movimenti del cosiddetto incoming o per le aziende del vino, dove si parla perlopiù di enoturismo, oggi esistono tecniche e tattiche che se utilizzate bene possono promuovere nel modo corretto l’azienda, soprattutto a livello locale, aumentando incredibilmente la visibilità locale, amplificando il valore dei prodotti e delle esperienze che vuoi far vivere ai tuoi ospiti, supportando tutti gli eventi di promozione della tua azienda.

In ambito di Food Marketing digitale e di Inbound Marketing ti indichiamo due tecniche estremamente efficaci per agire a livello di marketing locale:

 organizzare una degustazione e promuoverla con il supporto del marketing locale digitale e valorizzazione del formaggio pecorino

Ancora una volta, ribadiamo che il digitale è un ottimo supporto alle attività dell’impresa a qualsiasi livello. Quel che su tutto conta però è il prodotto, la sua bontà e l'azienda, coi suoi valori espressi nelle sue attività. Questo è quello che porta il cliente ad acquistare.

Per questa ragione - anche in ambito digitale - per ottenere il massimo risultato, prima di tutto bisogna essere sicuri di come organizzare e promuovere efficacemente una degustazione o un bell’evento che possa divertire, emozionare e istruire i nostri ospiti.

Così, abbiamo deciso di raccogliere concetti base ed idee pratiche coinvolgendo Raffaele Papi (sommelier professionista e Delegato dell’Associazione Italiana Sommelier di Urbino-Montefeltro, nonché organizzatore di eventi enogastronomici in provincia e regione) facendoci raccontare il suo modus operandi nell'organizzazione e nella promozione di una manifestazione enogastronomica.

Non si parlerà di questioni gestionali riguardo alla quantità di prodotti da utilizzare o di bicchieri da disporre, piuttosto tratteremo l’organizzazione di un evento come la progettazione di un viaggio.


Siamo curiosi, vuoi raccontarci come organizzi gli eventi nella tua azienda?